Daniela De Scorpio

Pittrice e scultrice, vive e lavora a Roma.

Artista conosciuta in Italia e all’estero, le sue opere sono presenti presso collezioni pubbliche e private di tutto il mondo.
Esordisce negli anni 80 rifacendosi a stilemi presi dall’ambiente futurista.
Il suo è, da allora, un percorso in continua tensione evolutiva, che la porta a sperimentare nuove forme pittoriche e scultoree.

Nei suoi lavori si trovano frammenti di universo, sentimenti, energie emotive che si manifestano sullo spazio pittorico con sorprendente vigore. Argilla, terra, legno, fuoco, ogni elemento concorre a declinare la vitalità di questi lavori, dove prendono vita combustioni, stratificazioni e cancellazioni, come in un lento lavorio dell’anima che vela e disvela la sua natura più intima.

Nella sua ultima produzione le “Sedie Parlanti”, elabora un misto di ready-made e invenzione, in cui l’oggetto è preso dal vivere comune, ma inventato e ri-creato. Sedie intese come metamorfosi del proprio io che attraverso la materia tacitamente diventano habitat psicologico.
Oggi si può inserire il suo percorso artistico dentro quello che si definisce il filone dell’AutobioArte che modifica la ‘’natura’’ delle componenti costitutive della BioArte per ’inaugurare questo nuovo filone di “Arte-pensiero”.

Hanno scritto: C .Benincasa, D. Campana, J. Van Roy Dalì, P. Levi, E. Mercuri , V. Sgarbi, E. Torelli Landini
Editoriale: G. Mondadori: Catalogo dell’arte Moderna n.48-n.49. Edizioni Ghiro: DIAC dizionario arte contemporanea 2013.

Principali mostre personali: Istanbul (Istituto Italiano di Cultura), Cairo (Istituto Italiano di Cultura), Alessandria d’Egitto (Istituto Italiano di Cultura), Cracovia (Istituto Italiano di Cultura), Ankara -Ambasciata d’Italia (Galleria antica stazione Gar), Istanbul (Garanti Bank), Velletri (Museo Diocesano), Tivoli (Scuderie Estensi), Roma Settimana Europea della Cultura Scientifica-Musis-Museo di chimica Università la Sapienza (Circolo Antico Tiro a Volo), Frascati Anno Internazionale dell’Astronomia (Scuderie Aldobrandini ).

Due sue opere “Battesimo di Cristo “ e “Crocefissione” sono esposte in permanenza presso La Chiesa barocca dei Santi Nomi di Gesù e Maria nella Cappella “La Sacra Famiglia” in Via del Corso a Roma